“Veleni e tazze di tè” di Millie Oliver

10 Mag 2021 | Gialli e Mystery

Oggi dedichiamo un post a “Veleni e tazze di tè” di Millie Oliver, la seconda avventura di Maggie Scoop.

La trama

Il romanzo è un mystery per tutte le età. La protagonista Maggie è una ragazzina, una studentessa iscritta alla Talents Academy di Londra, che ha una grandissima passione per il giornalismo e le investigazioni. Maggie Scoop condivide con il nonno e il papà la passione per la carta stampata ed un talento particolare nella risoluzione dei misteri. Con i suoi amici Peter e Stella lavora al giornalino della scuola. Ma sono tempi duri per il giornalismo: c’è il rischio che i fondi per il giornalino della scuola, vengano tagliati e che la versione cartacea sia abbandonata. L’unica possibilità di salvarlo sembra essere l’organizzazione di un evento importante. Nella scuola, si terrà una cena di beneficenza in onore del famoso scrittore Daniel Smith: le ragazze si proporranno come volontarie per servire e Maggie, con l’aiuto di suo nonno, intervisterà l’ospite d’onore. Maggie è emozionatissima, si prepara con grande cura all’incontro, documentandosi sull’autore, leggendo i suoi libri.

Ma quello che dovrebbe essere uno dei momenti più importanti nella “carriera” della ragazzina, sta per trasformarsi in un nuovo mistero da risolvere. Il giovane scrittore viene avvelenato all’inizio dell’intervista, davanti agli occhi di Maggie e i suoi amici.

Ai ragazzini viene proibito di indagare, del caso si occupa Scotland Yard. Ma Maggie non si tira indietro…
Riuscirà la signorina Scoop a dare il suo contributo alle emozionanti indagini?

La mia opinione…

Ho trovato questo mystery delizioso. È un giallo per ragazzi, ma leggibile a tutte le età. Anzi, il fatto che sia rivolto principalmente ad un pubblico giovane lo rende molto fresco. È una lettura leggera, ma intelligente, che sicuramente vi piacerà, se avete bisogno di una parentesi soft, fra le vostre letture più mature.

L’intreccio… è piuttosto lineare, ravvivato dalle vicende personali della bizzarra famiglia Scoop. Lo sviluppo della storia ha un ritmo piacevole e costante. Le scoperte più emozionanti si alternano alle riflessioni dei protagonisti e alla ricerca di indizi in modo equilibrato, e l’insieme risulta piuttosto divertente.

L’ambientazione…Il crimine viene commesso nella scuola dei ragazzi, che rimane lo scenario principale. Le descrizioni di fatti e luoghi legati all’indagine, si alternano a lezioni tenute da professori seri e boriosi o da bizzarri personaggi, e i ragazzini si riuniscono nel bistrot di Mrs Bright. Ci sono poi delle incursioni nella sfavillante Londra che si avvicina al Natale, descrizioni delle decorazioni, della neve che cade, o visite a luoghi particolari – la biblioteca London Library, o l’elegante sala da tè di Candy Camden-.

I personaggi… Sono adorabili, tutti. Maggie è la classica adolescente alle prese con la scuola e le prime cotte. È una ragazzina curiosa e determinata, che ama i suoi genitori, ma che da adolescente comincia ad avere i suoi segreti. È affiancata da un’amica fedele, Stella, e da Peter, il ragazzo che condivide le avventure con le ragazze, sempre battibeccando con la protagonista. Il nonno giornalista d’esperienza, il papà di Maggie e sua mamma sono figure di una tenerezza infinita. A volte saggi, a volte goffi, ma sempre “creativi” ed eccentrici.

Il linguaggio... È ricercato nella giusta misura, trattandosi di un libro per ragazzi. Mai pedante, mai troppo insistente su certi dettagli, fornisce un quadro sempre completo e perfettamente comprensibile dell’avanzare delle indagini, senza mai appesantire la narrazione. Ciò rende la storia una lettura che vola via in un soffio, lasciandovi un retrogusto di dolcezza e serenità. I dialoghi sono vivaci e dinamici, il linguaggio in generale spigliato, come è giusto che sia, visto che i protagonisti sono degli intraprendenti adolescenti.

Perché leggere questo libro…

Ha il sapore di un giallo classico, ma con la delicatezza di un romanzo per ragazzi.

Tornerete ai tempi di scuola, alle amicizie e alle cotte dell’adolescenza, sempre però muovendovi nelle atmosfere e nelle dinamiche del mystery.

A me è piaciuto veramente molto.

CREATRICE E AUTRICE

Sara Petrolini

sara
Mi chiamo Sara Petrolini. Sono un’archeologa laureata all’Università La Sapienza di Roma e un'autrice esperta di content management. Scrivo testi per diversi blog, di storia e archeologia per “Mondo Romano” e di libri e letture per “Latte e Biscotti”. Ho scritto brevi racconti ed ho pubblicato due romanzi: “L’uomo nella foto” ( Dialoghi 2020) e “La verità è figlia del tempo"( Porto Seguro Editore 2021)

I MIEI LIBRI

L'uomo nella foto

La verità è figlia del tempo

Vuoi una recensione da Latte&Biscotti?

Se sei un autore o una casa editrice, qui puoi trovare tutte le informazioni per richiedere una recensione della tua opera

Facebook Pagelike Widget