“Qualcuno che conoscevo” di Francesca Mautino

24 Feb 2024 | cozy mystery

Oggi, nel consueto spazio dedicato a recensioni libri e consigli di lettura, vi parlo di “Qualcuno che conoscevo” di Francesca Mautino edito da Longanesi.

Il volume di circa 300 pagine è un bel mystery, uscito a gennaio 2024.

Ma veniamo subito alla trama👇

Valentina Bronti, è una trentenne torinese, che, causa parto trigemellare, ha messo in pausa la sua carriera e ha scelto di dedicarsi alle sue tre bambine.
Le gemelle Emilia, Carlotta e Anna, hanno non solo il nome delle celebri sorelle Brontë, ma pure il carattere indomito di alcuni loro personaggi. Combinano guai a non finire, e una delle loro mirabolanti imprese è destinata a cambiare la routine di Valentina.

Un giorno la donna viene convocata all’asilo perché le tre piccole pesti hanno tentato la fuga. Ma insieme a Valentina, davanti alla direttrice, c’è un’altra mamma: Chiara Barberis.
La donna è furiosa, perché le gemelle hanno trascinato con loro, nel tentativo di evasione, sua figlia.
Ma c’è di più. Ad alimentare la rabbia di Chiara c’è una paura e un dolore che vengono dal passato. Chiara Barberis è la sorella di Elisa, una ragazza scomparsa dieci anni prima.
L’incontro accende la curiosità di Valentina che, fra la relazione ingarbugliata con il suo quasi ex compagno Marco, le indomite gemelle, nuovi incontri e vecchie fiamme, si lancia in un’ indagine dai metodi decisamente poco ortodossi.

La storia, lo avrete capito, ruota tutta attorno alla scomparsa di Elisa Barberis, ma a rendere leggero e a tratti divertente il racconto sono le incursioni nella vita privata di Valentina.
Il suo compagno Marco, giornalista che si occupa di un reportage su alcune donne scomparse, vive nello sgabuzzino dell’appartamento.
Le piccole sono professioniste della fuga, e formano una piccola associazione a delinquere.
E Valentina ha un rapporto con pulizie e logistica familiare che alterna tutorial a sana improvvisazione.

La scrittura è piacevole e scorrevole, con quel tocco di ironia e umorismo, capace di alleggerire il racconto.

La narrazione in prima persona permette al lettore di vivere appieno non solo il senso di inadeguatezza della protagonista, ma anche la sua vivacità e strampalata ostinazione.

La trama mystery è ben costruita. La linea principale è quella dell’indagine sulla scomparsa di Elisa, ma a partire da essa si sviluppano piccole storie nella storia che ricostruiscono le relazioni fra i personaggi.

Così, il desiderio di scoprire di più sulla scomparsa di Elisa si unisce alla curiosità di conoscere l’epilogo delle vicende sentimentali di Valentina.

A me è piaciuto tanto e vi consiglio di leggerlo se vi amate…
le protagoniste eccentriche, che suscitano però grande empatia;
I racconti del mistero non privi di un certo tocco romance;
I gialli capaci, grazie a un bel ritmo frizzante, di stuzzicarvi con un enigma, e di intrattenervi con qualche episodio poco mystery, ma molto divertente.

Ringrazio la CE per la copia

 

Editore : ‎ Longanesi
Anno pubblicazione: gennaio 2024
Pagine: 304 copertina rigida
Genere: cozy mystery
Link acquisto: Amazon 

I MIEI LIBRI

BESTSELLER DEL MESE

Come d'aria

di Ada D'Adamo

BACK TO BOOK  IBS.IT

IL MULINO -20%  IBS.IT

LATERZA -20%   IBS.IT