“Pomfret Towers” di Angela Thirkell

8 Giu 2021 | Classici

Oggi dedichiamo un post a “Pomfret Towers” di Angela Thirkell, edito da Astoria

La trama

Il burbero e scontroso Lord Pomfret, organizza nella sua meravigliosa residenza un weekend per alcuni ospiti. Le cene date da Sua Signoria sono però note per essere noiose e funestate dal cattivo umore dell’ospite. Così quando i giovani Barton, Guy e Alice, ricevono l’invito sono sorpresi e un po’ preoccupati. Alice, che è una giovane timida e molto riservata, è semplicemente atterrita e vorrebbe in ogni modo sottrarsi all’impegno. Ma la famiglia Barton sembra decisa ad ignorare le rimostranze della ragazza, per spingerla ad uscire dal suo guscio e per non offendere Lord e Lady Pomfret. Alice non sarà infatti l’unica giovane. Insieme a lei, oltre al fratello Guy, ci saranno gli amici di sempre, Sally e Roddy  Wicklow, e un gruppo nutrito di invitati.

Fra i più attesi ci sono il giovane Giles Foster, futuro erede della tenuta, e gli altri nipoti di Lord Pomfret, Phoebe e Julian Rivers…belli, affascinanti, ma difficili da decifrare… I ragazzi si conoscono e si frequentano durante il movimentato fine settimana, e alcuni di loro sembrano particolarmente felici per le nuove conoscenze fatte.

Ma la signora Rivers, la madre di Phoebe e Julian, ha riposto grandi speranze nell’evento: c’è ancora un’ultima possibilità di mettere le mani sull’eredità destinata a Giles Forster.

E così fra battute, malintesi e improbabili corteggiamenti il gioco ha inizio…

La mia opinione…

Comincio col dire che ho trovato questo libro delizioso. Ha tutto l’aspetto di una commedia romantica, o di una versione più moderna di certe storie di Jane Austen.

L’ambientazione…La storia si svolge nel bellissimo Barsetshire (una contea inventata niente meno che dallo scrittore inglese Trollope), dove sorge l’incantevole Nutfield. Nutfield è una cittadina fondata sulle terre del settimo conte di Pomfret. È un luogo che ha conservato tutto il suo fascino, e che è ancora dominato da Pomfret Towers. La dimora è una casa sontuosa, costruita nel tempo come un poco coerente miscuglio di tetti, comignoli e torri all’esterno; e che al suo interno si avvolge in un labirinto di salotti, scalinate e pretenziose balaustre di marmo. E poi, meravigliosa e rigogliosa, tutt’attorno c’è la campagna inglese.

I personaggi…Ogni personaggio è a modo suo originale, e capace di incuriosire il lettore. Alice è una ragazza timida, con grandi occhi scuri e ansiosi, e un sorriso che si illumina di fronte alle piccole gentilezze. Il suo cuore si riempie di gratitudine e ammirazione ogni volta che le viene rivolta una qualche attenzione. E per questo rimane subito affascinata dai fratelli Rivers.

Phoebe Rivers è una creatura elegante e seducente, ma franca e diretta.  Il fratello Julian, invece,  è un pittore di scarso talento, ma con i modi di fare di un artista affermato, egocentrico e tenebroso. Gli amici di Alice, Sally e Roddy Wicklow, sono due giovani schietti, leali e protettivi e vedono con diffidenza Julian. Fra i personaggi più maturi, quella a mio parere di maggiore carattere è la Signora Rivers, una scrittrice di romanzetti commerciali, piena di sé, egoista, dominata da un’incontenibile mania di protagonismo. Mrs Rivers è il motore di una catena di situazioni assolutamente spassose per il lettore.

Lo stile…non conoscevo questa autrice e devo dire che sono rimasta piacevolmente stupita dal suo modo di scrivere. È elegante e dinamico. I dialoghi si alternano a descrizioni e parti discorsive in un equilibrio perfetto. E la personalità dell’autrice emerge spesso nel racconto, con uno squisito e sottile senso dell’umorismo; con un’ironia tagliente, ma mai caustica o spietata nei confronti dei suoi personaggi.  La lettura scorre rapida e piacevole, senza battute d’arresto.

Perché leggere questo libro.

Se la campagna inglese degli anni ’20 ha per voi un fascino irresistibile, dovete assolutamente leggere questo libro.

Se amate le storie di Lord, Lady, giovani fanciulle e gentiluomini galanti, in questo romanzo troverete tutto ciò che cercate.

Ma soprattutto se vi piacciono le storie di corteggiamenti improbabili, romantiche infatuazioni, e tragicomici tentativi di combinare matrimoni alla vecchia maniera, troverete “Pomfret Towers” di Angela Thirkell una lettura piacevolissima.

Post by Sara P

CREATRICE E AUTRICE

Sara Petrolini

sara
Mi chiamo Sara Petrolini. Sono un’archeologa laureata all’Università La Sapienza di Roma e un'autrice esperta di content management. Scrivo testi per diversi blog, di storia e archeologia per “Mondo Romano” e di libri e letture per “Latte e Biscotti”. Ho scritto brevi racconti ed ho pubblicato due romanzi: “L’uomo nella foto” ( Dialoghi 2020) e “La verità è figlia del tempo"( Porto Seguro Editore 2021)

I MIEI LIBRI

L'uomo nella foto

La verità è figlia del tempo

Vuoi una recensione da Latte&Biscotti?

Se sei un autore o una casa editrice, qui puoi trovare tutte le informazioni per richiedere una recensione della tua opera

Facebook Pagelike Widget