Personaggi – Le sorelle Mitford

da | 29 Nov 2020 | Personaggi

Quando ho letto il primo libro della trilogia “i delitti Mitford” (il secondo volume è stato recensito qui dalla nostra amica Sara) sono stata subito incuriosita dalla storia delle – come ho scoperto in seguito- famosissime sorelle Mitford. Nei Romanzi della Fellowes la famiglia di aristocratici, con a capo Il barone Redesdale, lord David Freeman-Mitford (conosciuto, come riporta il romanzo, con il nomignolo di Farve) e della sua consorte Sidney Bowles (chiamata Muv dalle figlie ) fa solo da sfondo.

La protagonista della saga è  la cameriera Louisa Cannon, personaggio di fantasia, accompagnata dalla maggiore delle figlie dei baroni, Nancy (Koko). Le altre sorelle sono ancora piccole e poco più che nominate, insieme all’amatissima tata Nanny Blor (realmente esistita). Ma chi erano realmente i Mitford?

La famiglia Mitford , diventata famosa nel bene e nel male , era conosciuta nel XX secolo per essere anticonformista, fuori dall’ordinario, alla moda ma anche per le divisioni politiche sia interne che pubbliche tra fascismo e comunismo, passando per antisemitismo e nazismo. 

Le sei figlie, conosciute in modo collettivo come “the Mitford sisters” erano:

Nancy (1904-1973) la romanziera ma anche nota biografa di figure storiche (incluso il  Re Sole). Di fede socialista moderata, visse la maggior parte della sua vita adulta in Francia ed ebbe una relazione (infelice) con il politico francese e statista Gaston Palewski, braccio destro di De Gaulle.       

Pamela (1907-1994) la nobildonna di campagna. Sposò e divorziò dal milionario scienziato Derek Jackson. Dopo il divorzio trascorse il resto della sua vita come compagna di Giuditta Tommasi, amazzone italiana. Pamela era intimamente una feroce antisemita ma non si impegnò mai in politica.

Diana (1910-2003) la fascista. Ritenuta da molti la più bella delle sorelle, sposò in prime nozze l’aristocratico e scrittore Lord Bryan Walter Guinness, che lasciò sulla scia di uno scandalo 4 anni dopo per il fondatore e leader del partito fascista britannico Sir Oswald Mosley. Fu internata insieme a lui nella Holloway Prison durante la seconda guerra mondiale e non rinnegò mai la sua fede fascista.

Unity Valkyrie (1914-1948) l’intima amica di Hitler, forse l’amante. Nomen omen, Valkyrie. Forse era proprio scritto nel suo destino (fu concepita a Swastika in Canada). Abbracciò presto le idee fasciste come sua sorella Diana e la loro madre Muv, ma presto divenne un’accanita sostenitrice del nazionalsocialismo. Tristemente famosa per la sua adulazione per Adolf Hitler, partì per la Germania e fece parte della sua ristretta cerchia di amici. Tuttavia, in seguito a segni di squilibrio mentale, lo stesso Führer volle allontanarla. Tentò il suicidio sparandosi alla testa il giorno dopo la dichiarazione di guerra alla Germania da parte del Regno Unito. Rimpatriata su un piccolo aeroplano inglese tramite un salvacondotto,  rimase menomata fino alla fine dei suoi giorni, morendo infine di meningite causata da un frammento del proiettile che non si era riuscito ad estrarre.

Jessica (1917-1996), conosciuta come Decca, la ribelle rossa. Fuggì non ancora maggiorenne con il cugino e poi marito  Esmond  Romilly verso la guerra civile spagnola. Trascorse molto della sua vita in America, fu membro del partito comunista degli Stati Uniti d’America e scrisse diversi volumi di memorie. La rivalità politica di Jessica e Diana durò fino alla loro morte.

Deborah (1920-2014) conosciuta come Debo, la duchessa. Di lei sappiamo che ebbe una vita tranquilla a differenza delle sorelle. Sposò il duca di Devonshire, Andrew Cavendish, ed insieme trasformarono la loro casa , Chatsworth House, in una delle case di campagna più rinomate di Inghilterra. Anche lei , come Nancy, fu prolifica scrittrice.

i Mitford ebbero anche un figlio, che si tende a dimenticare sia perché morto giovane sia perché offuscato dal bagliore delle sei sorelle. Thomas (1909-1945) conosciuto come Tom. Fu l’unico ad avere un’istruzione al di fuori di Asthall Manor (le sorelle studiarono tutte in casa seguite da istitutrici).  Educato ad Eton, sostenne ufficiosamente il fascismo britannico ed allo scoppio della seconda Guerra Mondiale rifiutò di combattere in Europa contro la Germania,  ma si offrì volontario per combattere contro il Giappone imperiale. Fu ucciso in azione a Burma (Birmania).

Una storia, quella della famiglia Mitford, appassionante quanto un romanzo, una saga familiare che ha a tratti dell’incredibile.

Fonti                                                                                                                               

Mary Lovell, “le sorelle Mitford. Biografia di una famiglia straordinaria” ed 2018

By Federica P.

CREATRICE E AUTRICE

Sara Petrolini

sara

Mi chiamo Sara Petrolini e sono un’archeologa laureata all’Università La Sapienza di Roma ed autrice esperta di content management. Scrivo testi per diversi blog, di divulgazione scientifica per “Mondo Romano” e di intrattenimento per “Latte e Biscotti”; ho scritto brevi racconti ed ho pubblicato il mio primo romanzo, “L’uomo nella foto” con la casa editrice Dialoghi. 

Recensione su Latte&Biscotti

Se sei un autore o una case editrice, qui puoi trovare tutte le informazioni per richiedere una recensione della tua opera

IL MIO LIBRO

L'uomo nella foto

Le amiche di Latte&Biscotti

Facebook Pagelike Widget