“La mappa Nera” di Jeffery Deaver

21 Ago 2022 | Gialli e Mystery

Oggi, lo spazio dedicato alle recensioni libri e consigli di lettura è tutto per “La mappa Nera” di Jeffery Deaver edito da Rizzoli.

Il libro, genere thriller, racconta un altro episodio delle avventure di Colter Shaw, personaggio di gran successo creato dal bestsellerista americano.

La trama

Colter Shaw si trova alle prese con un nuovo difficile caso da risolvere. E questa volta ha diverse ragioni per impegnare tutto se stesso nella caccia: è una questione di famiglia.
Ormai da tempo suo padre Ashton è venuto a mancare, ma la ricostruzione della sua morte dice a Colter che è stato assassinato.
Ashton prima di morire stava indagando sulla scomparsa di un suo pupillo e le sue ricerche lo avevano messo sulle tracce della Blackbridge Corporate Solution, una società che gestisce loschi traffici a San Francisco. La BlackBridge guida l’Uip, Urban Improvement Plan, in città corrompendo la polizia, compiendo azioni intimidatorie e inondando i quartieri su cui speculare di droghe a basso costo.
Sembra, però, che finalmente Colter stia per pareggiare i conti.
Suo padre gli ha lasciato un’ultima informazione: esiste una prova per inchiodare definitivamente la BlackBridge.
Ma è custodita in una borsa nascosta da qualche parte in città.
Colter deve ritrovarla.
Ma la situazione non è semplice. Gli scagnozzi della BlackBridge sono ovunque, una ragazza è misteriosamente scomparsa, e una famiglia intera ha un appuntamento con la morte da evitare.
Ad aiutarlo c’è solo una mappa, con diciotto punti segnati, che gli ha lasciato Ashton.

La mia opinione.

Comincio con il dire che questo libro mi è piaciuto molto. È un thriller molto intrigante, ricco di suspense e tensione, che gioca tutto sul tema della “caccia” e della “corsa contro il tempo”.

L’ambientazione. Tutto accade a San Francisco, fra vicoli, strade affollate, covi e quartieri pericolosi.
Colter attraversa la città alla ricerca di indizi. Fra inseguimenti, agguati e aggressioni ripercorre le tappe della mappa lasciatagli dal padre.
Ci sono strade squallide e malfamate dove si spaccia alla luce giorno, e i tossici si accasciano sui marciapiedi. Squillo, immigrati clandestini, gang riunite in locali dall’ambiente fumoso e saturo di testosterone.
E il pericolo è ovunque. Anche dove c’è il lusso. L’eleganza e il denaro della BlackBridge coprono i crimini e gli abusi commessi dai tirapiedi della società. Personaggi senza scrupoli ma in abiti eleganti e macchine costose si aggirano sospetti tra le vie di San Francisco.

I Personaggi. Ma a indagare c’è Colter Shaw. E stavolta non è solo. Russell suo fratello è finalmente ricomparso dopo anni.
È silenzioso, furtivo, misterioso.
Barba lunga, cappello da baseball, lo rendono quasi irriconoscibile. Ma è parte del gioco: Russell lavora per un’ agenzia governativa segreta.
Quanto a Colter, ha una professione decisamente diversa.
Lui, dietro ricompensa, va a caccia di persone scomparse. Non perché sia attratto dal denaro, ma perché ama le sfide.
E riuscire dove la polizia non ha avuto successo è per lui uno stuzzicante richiamo.
Colter è un survivalista, cioè un esperto in tecniche di sopravvivenza: sa cosa fare in quasi tutte le situazioni pericolose.
È atletico e giustamente avvenente.
È pratico, lucido, razionale: traduce ogni possibile scenario in percentuali/probabilità di riuscita o fallimento.
Attraversa la città cavalcando la sua moto Yamaha e vestito della sua scintillante armatura..che sarebbe casco e giubbotto di pelle.

Lo stile. La cosa più sorprendente di questo libro è che né il protagonista, né le sue avventure sono mai scontate o banali.
Gli ingredienti del libro sono quelli più classici del genere, ma il cliché è solo apparente. L’intreccio è ben costruito: accanto alla trama principale ci sono sottotrame intriganti, che arricchiscono la storia.
E l’autore dipinge un protagonista indimenticabile, pieno di fascino e inarrestabile.
La scrittura ricrea perfettamente quelle situazioni di suspense e tensione necessarie affinché un thriller funzioni.

Perché leggere questo libro

Se pensate che la caratterizzazione dei personaggi possa fare la differenza nella riuscita di un romanzo, questa è la lettura giusta per voi. Protagonista e coprotagonista sono misteriosi e carismatici al punto giusto.

Se vi piace lanciarvi fra gli squallidi vicoli della grande città per fuggire in un inseguimento, pedinare o tendere un agguato, la mappa nera ha tutto ciò che cercate.

Ringrazio Rizzoli per la copia in omaggio

Post by Sara P.

CREATRICE E AUTRICE

Sara Petrolini

sara
Mi chiamo Sara Petrolini. Sono un’archeologa laureata all’Università La Sapienza di Roma e un'autrice esperta di content management. Scrivo testi per diversi blog, di storia e archeologia per “Mondo Romano” e di libri e letture per “Latte e Biscotti”. Ho scritto brevi racconti ed ho pubblicato due romanzi: “L’uomo nella foto” ( Dialoghi 2020) e “La verità è figlia del tempo"( Porto Seguro Editore 2021)

I MIEI LIBRI

L'uomo nella foto

La verità è figlia del tempo

Vuoi una recensione da Latte&Biscotti?

Se sei un autore o una casa editrice, qui puoi trovare tutte le informazioni per richiedere una recensione della tua opera

Facebook Pagelike Widget